Burkina Faso, il progetto continua con un vecchio protocollo MASCI-AGESCI: non abbiamo mai completato il progetto dell’allevamento dei maiali con le Guide del Burkina Faso, per varie ragioni, non ultima quella della pandemia che sta affliggendo il mondo intero.

Nel frattempo i nostri rapporti si sono intensificati con alcuni capi scout che operano e hanno svolto un ruolo importante in questo paese.

Vi ricordo la bella esperienza dello SCAUTISMO RURALE degli anni 70-80 ai tempi di SANKARA, ovviamente oggi è necessario pensare ad azioni mirate vista la situazione e i bisogni primari che oggi il paese ha.

Abbiamo cercato allora di concretizzare azioni mirate a sollevare i Burkynabè dai alcuni bisogni primari.

Con Wendnaamyamba Denis Kima, capo scout e membro del WOSM, che è stato il presidente del Burkina Faso Scouts Association(ASBF), abbiamo individuato di muoverci sul più importante bisogno primario, cioè l’acqua.

Il progetto che vogliamo finanziare è finalizzato alla realizzazione di un pozzo per l’acqua con pompa elettrica alimentata da un impianto fotovoltaico posto sopra il tetto e quindi con costruzione di un piccolo edificio che ha la funzione di proteggere il pozzo e dare alloggio ai due guardiani.

Ecco le motivazioni:

L’acqua è una risorsa essenziale per la sostenibilità di tutti gli esseri viventi e per il raggiungimento di molte attività fondamentali delle società umane: produzione alimentare (agricoltura, allevamento, pesca e acquacoltura, silvicoltura), attività industriali, produzione di energia idro-elettrica, conservazione degli ecosistemi, ecc. Tuttavia, tutte queste attività richiederanno quantità d’acqua sempre maggiori. L’accesso all’acqua dipende non solo dalle risorse disponibili, ma anche dal livello di sviluppo del Paese e dalle scelte politiche che vengono fatte. Il nostro progetto riguarda il comune di Gounghin e più precisamente il villaggio di Pissi-Zaocé.

Dove e perché?

Il comune di Gounghin si trova a 175 chilometri a est della capitale del Burkina Faso. È caratterizzato da una maggiore povertà, risorse idriche insufficienti, ecc.

Il Borgo di Pissi-Zaoce, per l’appunto, è noto per il suo suolo arido e un sottosuolo caratterizzato da massi. In queste condizioni, ragazze e donne sono costrette ad allontanarsi dal villaggio per procurarsi l’acqua potabile per i bisogni della famiglia. Diversi tentativi di perforazione fallirono. La falda freatica accettabile più vicina è a 5 chilometri dal villaggio. Questo è ciò che giustifica questo progetto.

I promotori del progetto:

L’Associazione Scout del Burkina Faso (ASBF), costituita nel 2006, riunendo tutte le organizzazioni scout nazionali, si propone di formare cittadini attivi allo sviluppo.

Lo Scouting è un movimento giovanile, di risveglio e di educazione, fondato dal 1940 in Burkina Faso dove, per molti anni, ha contribuito a plasmare gli attori dello sviluppo attraverso la formazione e l’educazione ai valori morali e civici.

PRIMA FASE :

Opera di TRIVELLAZIONE che costerà i primi 5000€

appena inizieremo pubblicheremo i report.

Torna su