Quest’anno, oltre alla consueta assistenza agli orfani rimasti sotto la tutela del Saint Nicholas CCC NGO, 22 tra bambine e bambini dai 7 ai 12 anni, si prevede d’incrementare l’attività di sartoria e decorazione delle feste già avviata nel 2019. La direzione di questi corsi è affidata a Jande, la sorella minore di Maria che è una sarta professionista e, per l’appunto, una ricercata arredatrice di feste ed eventi.

La sartoria funziona con il contributo delle apprendiste ( attualmente 4 ragazze madri ex alunne della scuola), che in cambio della formazione e dei guadagni relativi al loro lavoro collaborano nella cura ed assistenza scolastica e sociale degli orfani.

La nuova iniziativa, nata quasi per caso lo scorso autunno, riguarda i corsi d’informatica. Un ragazzo del quartiere Bernard Phiri esperto di computer era venuto per aggiustare un computer della scuola. Su richiesta di Cornelius Kalunga ( nipote di Maria e attuale guardiano fac totum della scuola) a dare lezioni ai ragazzi e le ragazze del doposcuola, ha iniziato ad insegnare, con i quattro computer già a disposizione al San Nicola, suscitando grande interesse. Presa perciò  la decisione di creare una classe d’informatica  ben attrezzata, abbiamo lanciato un appello agli amici di Perugia per raccogliere computer usati ma ben funzionanti.

Sono arrivati sei computer, due laptop, due stampanti ed altri amminnicoli che siamo riusciti a spedire con un container che dovrebbe arrivare a Lusaka dopo Pasqua. Quindi il programma , per ora riguarderà corsi mensili di due ore giornaliere dal lunedì al venerdì per dieci giovani del quartiere ogni mese. Questo potrebbe creare una diffusa alfabetizzazione informatica nella periferia di Kaunda Square . Considerando infatti che i mesi scolastici sono 8 per dieci ragazzi alla volta, ogni anno si potrebbero formare 80 ragazzi.

Verrà richiesto un piccolo contributo in danaro, per chi potrà e qualche servizio all’interno della scuola per coloro che non hanno questa possibilità.

Il costo aggiuntivo, per il momento, al netto delle spese generali  che sono quelle solite di bollette e piccole provvigioni a chi vi lavora, riguarderebbe solo lo stipendio di Bernard valutabile attorno ai 1800 euro l’anno.

Torna su